Translate

giovedì 26 luglio 2012



Se qualcuno mi chiedesse, di quale erba aromatica non potrei fare a meno ....le adoro tutte 
ma senza alcun dubbio, di sicuro, risponderei  : del  basilico .


Si, perchè, insieme al pomodoro , il basilico è la colonna portante della bella stagione...
solo il profumo, da TONO, al tono.


Il suo nome deriva dal greco' Basilikos'  che vuol dire ,pianta regale.
attribuitole per la sua bontà come pianta aromatica.



A parte che er basilico c'incanta
perchè profuma mejo de le rose,
cià certe doti medicamentose
che in tanti mali so' 'na mano santa.
Abbasta 'na tisana de 'sta pianta
che mar de testa, coliche ventose,
gastriti, digestioni faticose
e malattie de petto le strapianta.
Pe' via de 'sti miracoli che ho detto,
io ciò 'na farmacia sur terrazzoni,
aperta giorno e notte in un vasetto.
Dentro c'è 'no speziale sempre all'opera,
che nun pretenne modulo e bollino
e nun c'è mai pericolo che sciopera.


Aldo Fabrizi


B.rubro

B. minimum

B. variegato


Questo inno del grande Aldo Fabrizi, rende veramente l'idea del valore di questa pianta.



Il mitico Basilico appartiene al genere Ocimum ed alla famiglia delle Labiatae.
E' una pianta originaria dell'Asia tropicale che attraverso il Medio Oriente si è diffusa in Europa, in particolare in Italia e nel sud della Francia e da questi paesi in tutta l'Europa. 

In America iniziò a diffondersi con le prime spedizioni in quanto, 
essendo considerata una pianta medicinale, accompagnava sempre i viaggiatori.
possiede capacità sedative, diuretiche e antimicrobiche,vermifugo ,antisettico e antinfiammatorio.

Mi piace conservarlo in olio o quando sta per finire la stagione lo  metto in congelatore......ma ho scoperto che c'è una cultivar africana che è perenne...la proverò e poi vi racconterò....se il sapore è lo stesso che siamo soliti mangiare....siamo salvi ,lo avremo fresco tutto l'anno....
              ................ per intanto godiamo quello che abbiamo......notte.... laura